3Tre, Alex Vinatzer vuole riprovarci: “Campiglio è magica”

Terzo un anno fa alla 3Tre, lo slalomista altoatesino è già focalizzato sullo slalom notturno di Coppa del Mondo del 22 dicembre prossimo. “Mi è mancato festeggiare fra la gente: non vedo l’ora di sciare sul Canalone Miramonti”

2 minuti 18 novembre 2021
3Tre, Alex Vinatzer vuole riprovarci: “Campiglio è magica”

La Cina può attendere: fra qualche settimana la mente di Alex Vinatzer si concentrerà sull’obiettivo olimpico, ma prima per il promettente slalomista italiano c’è una stagione di Coppa del Mondo da vivere da protagonista. A cominciare dalla gara alla quale tiene più di ogni altra.

C’è la 3Tre nei pensieri del ventiduenne finanziere azzurro, che ha cerchiato in rosso la data di mercoledì 22 dicembre (prima manche: 17.45, seconda manche 20.45), con l’obiettivo di migliorare il terzo posto conquistato la scorsa stagione sul Canalone Miramonti.

“La 3Tre è la mia gara preferita – ha detto Alex Vinatzer. – Per me è l’appuntamento di casa, che mi regala tantissime emozioni. Sciare a Madonna di Campiglio è un piacere immenso, non vedo l’ora di farlo anche quest’anno”.

Come consuetudine, gli atleti arriveranno a Campiglio con poche gare di slalom: solo appuntamento di Val d’Isere precederà la classica più antica d’Italia fra i pali snodati. Tuttavia, questo aspetto non sembra preoccupare Vinatzer: “L’anno scorso è andata bene nonostante avessi affrontato appena una gara di slalom in Coppa del Mondo prima della 3Tre. Ci prepariamo tutto l’anno per essere sul pezzo: in teoria dovrebbe cambiare poco”.

Preceduto un anno fa soltanto dai formidabili norvegesi Kristoffersen e Foss-Solevaag, Vinatzer ha sviluppato un feeling speciale con le porte e il pendio del Canalone Miramonti. “La tracciatura è stretta, bisogna fare velocità sin dalle prime porte, ma la differenza si fa sul muro: devi sciare bene per poi portar via ulteriore velocità sull’ultimo pianoro. Non c’è alternativa: sul Canalone Miramonti bisogna andar forte dall’inizio alla fine”.

Fra gli aspetti che esaltano maggiormente il talento altoatesino in vista della notte del 22 dicembre è il ritorno del pubblico a bordo pista. “Mi gasa tantissimo, forse anche troppo” – ammette. – “L’anno scorso mi sarebbe piaciuto festeggiare il podio con la gente, ma chissà, magari stavolta… Spero la prima vittoria sia vicina: devo lavorare per migliorare il numero di partenza, e poi si tratterà di attendere la giornata giusta”.

Una giornata che a Madonna di Campiglio gli appassionati italiani attendono da ben 16 anni, ovvero da quando Giorgio Rocca riuscì a conquistare la 3Tre nella stagione di grazia 2005/2006. Adesso tocca a Vinatzer cercare di rompere l’incantesimo. 

AudiTrentinoMadonna di Campiglio
© Comitato 3 Tre
Via Pradalago 4, 38086 Madonna di Campiglio TN Italy
P.Iva 02043920228 — C.F. 95015910227
Contattaci Privacy
FacebookTwitterInstagramYouTube
Website credits